Board Bia e la carne biologica irlandese

Conoscete la carne biologica irlandese?

Oggi vi porto con me, attraverso il racconto dell’evento Irish Organic Beef,tenutosi il 30 e 31 gennaio, in un viaggio che racconta di carne biologica, di sostenibilità, di un futuro possibile.

Ma prima una breve parentesi. Ho sempre mangiato carne (oltre che pesce) e, venendo da una famiglia che ha sempre avuto dimestichezza con essa(mio nonno materno era pastore e quello  paterno ha avuto una macelleria e la passione per l’allevamento), da piccola ho vissuto a contatto con gli animali da stalla e da cortile.

Di questi tempi si fa fatica a parlare di carne, subentra un emotività a tratti esasperata che porta chi non mangia carne ad additare chi lo fa con sguardi non certamente benevoli.

In un epoca in cui il dividersi in fazioni e parti avversarie (come se esser i guelfi per i ghibellini e viceversa riuscisse a dare una parvenza di sostanza del vivere), se non di moda, è diventato un modo per sentirsi parte di un qualcosa di più grande e si delinea la necessità di ritrovare consapevolezza della propria persona e delle cose che ci circondano. Scavare attraverso la superficialità per essere più attenti a quel che si dice e a quel che si fa. Togliamo il pilota automatico e ricominciamo a guidare la nostra vita con un occhio al futuro e a quello che vogliamo rimanga ai nostri figli.

Son sempre stata affascinata da questa frase di H. Jackson Brown Jr. ‘Vivi in modo che quando i tuoi figli penseranno alla correttezza e all’integrità penseranno a te.’

Perché vi racconto queste cose? Forse per farvi conoscere un po’ di me, forse per farvi capire meglio il mio esser “onnivora” che va al di la dell’abitudine o del come sono cresciuta e deriva direttamente dagli insegnamenti, dagli esempi che mi sono stati dati e che si riassumono con poche parole: Esempio, Rispetto e Gratitudine.

In questo contesto, rispetto e gratitudine verso ciò che è in grado di nutrirci, che appartenga al regno animale o vegetale. Per cui nell’ottica del rispetto e della gratitudine prediligo un’alimentazione varia e con le giuste quantità.

Esempio perché non c’è insegnamento più utile che essere coerenti con quello che si dice.

Non è il tanto che fa un buon pasto ma la qualità e il modo con cui si mangia. Pranzare con la consapevolezza di quel che si sta portando alla bocca e averne rispetto anche in fase di preparazione. Pranzare essendo grati per quello che si sta mangiando.

Se penso ad un futuro in cui tutti smettessimo di essere onnivori penso ad un futuro senza animali e oltre che paradossale mi pare anche un po’ triste e privo di senso.

Ecco perché ho accettato l’invito all’evento organizzato da Board Bia. Perché la filosofia con cui si pongono si avvicina molto alla mia.

Chi è Board Bia?

Baord Bia (Irish Food Board) è l’ente governativo irlandese che si occupa dello sviluppo del mercato di esportazione dei prodotti alimentari, ortofrutticoli e bevande irlandesi.

Lo scopo dell’ente è quello di promuovere i prodotti food&beverage e dell’orticultura irlandese attraverso informazioni mirate, la promozione e lo sviluppo dei mercati. Obiettivo che negli ultimi anni è stato raggiunto con grandi successi (i numeri al 2015 parlano di oltre i 10,8 miliardi di euro con percentuali, per quanto riguardano la carne, che si aggirano al 35% delle esportazioni), e l’Italia rappresenta per le esportazioni di manzo irlandese il terzo mercato più importante.

L’evento

Bord Bia ha organizzato un evento per scoprire la pregiata carne di manzo irlandese Good Herdsmen, il più grande produttore di carne biologica in Irlanda.

L’evento suddiviso in due giornate ci ha dato la possibilità di degustare la carne di manzo e di agnello biologica irlandese.

Inutile che vi dica di quanto all’assaggio questi due prodotti siano risultati eccellenti.

La sera del 30 gennaio durante la cena  presso il ristorante Bocon Divino a Camposanpiero si è tenuta la cerimonia per l’ingresso dello Chef  Alberto Canton presso Chef’s Irish Beef Club, l’esclusivo club internazionale che riunisce gli Chef leader in Europa nella preparazione della carne bovina irlandese.

Lo Chef Alberto Canton, per l’occasione, ha preparato delle portate che hanno esaltato una carne già eccellente. Lo stesso Chef Canton ha ribadito il concetto che è una carne talmente perfetta nella sua naturalezza e bontà che si prepara quasi da sola.

La serata, iniziata con un aperitivo con vista mozzafiato attraverso la vetrata, prevedeva preparazioni tipiche venete tra cui notevoli quelle in cui è stato utilizzato il quinto quarto.

La cena, servita nella bellissima sala prevedeva invece un menù tutto incentrato sulla carne biologica irlandese.

Ecco il menù, alcune immagini e un breve video dell’evento.

Inizio della serata presso il ristorante Bocon Divino

L’evento inizia presso il ristorante Bocon Divino con aperitivo Buffet e presentazione Board Bia

 

Chef Alberto Canton -Bocon Divino

La cerimonia di ingresso nello Chefs’ Irish Beef Club dello Chef Alberto Canton – Bocon Divino

Bocon divino cottura carne

Carne in cottura al Bocon Divino

Antipasto e primi al Bocon Divino

Tartare di manzo Irlandese Biologico con riduzione di Whiskey uovo marinato e porro fritto
Risotto al Radicchio di Treviso Amarone mantecato al taleggio
Cappellaccio fatto in casa all’ agnello Irlandese Biologico al
profumo di timo

I secondi e il dolce al Bocon Divino

Filetto di agnello Irlandese Biologico intrecciato alla griglia
Tagliata di tronchetto scalzato di manzo Irlandese al
rosmarino
Tiramisù scomposto del Bocondivino

 

 

 Ed ecco un breve video della serata

 

Il giorno seguente abbiamo preso parte, a Pordenone, presso la sede Electrolux Professional,  alla presentazione del progetto e di tutti i partner.

Abbiamo avuto modo di approfondire la conoscenza con Origin Green, l’organizzazione per cui le aziende irlandesi si sono impegnate ad attuare programmi di sviluppo della sostenibilità. Gli agricoltori, allevatori e produttori di generi alimentari e bevande si pongono degli obiettivi di sostenibilità a breve, medio e lungo termine che vengono verificati attraverso severi controlli effettuati da organismi indipendenti e, cosa notevole, senza preavviso.

Il programma Origin Green è il primo programma del suo genere a livello mondiale.

Durante la giornata abbiamo assistito allo showcooking dello Chef Caon che con diverse tecniche di cottura ci ha mostrato la versatilità e l’eccellenza della carne irlandese. A seguire un light lunch.

Ecco alcune immagini  e un breve video dell’evento.

Presentazione Irish Organic Beef e Partners evento

Presentazione Board Bia Irish Organic Beef e Partners evento

Alcuni momenti della giornata presso la sede Electrolux Professional a Pordenone

Momenti dallo Showcooking. Lo Chef ha mostrato diverse tecniche di cottura della carne biologica irlandese

Menù

Alcune portate del Menù del Light lunch.

 

Il breve video della giornata.

 

 

Partner dell’evento:

Cattel, Punto di riferimento per gli  operatori della ristorazione commerciale e collettiva.

ABP Food Group, Leader nella trasformazione dei prodotti alimentari.

Electrolux Professional, punto di riferimento nella produzione e distribuzione di soluzioni destinate al settore della ristorazione e ospitalità e che ci ha ospitato nella sua sede a Pordenone.

Good Herdsmen, il più importante produttore di carne biologica irlandese.

Ma perché la carne biologica irlandese è così buona?

Immaginate l’Irlanda….

Immense distese di verde in cui gli animali pascolano liberi e senza fretta per ben 10 mesi all’anno.

John Purcell, Direttore Generale di Good Herdsmen, raccontando il suo essere allevatore ci ha detto che si è sempre ispirato all’allevamento biologico, nel rispetto dell’ambiente e dell’animale, per offrire un prodotto di estrema qualità. Tutti i capi dell’azienda sono allevati secondo i più alti standard mondiali di sicurezza alimentare e tracciabilità, seguono una dieta a base di erba e sono ingrassati nei pascoli per ben 10 mesi all’anno. Inoltre, la carne di manzo proviene esclusivamente da castrati e scottone entro i 36 mesi d’età, non da vacche da latte, per assicurare un prodotto saporito e con ottimi valori nutrizionali (la carne ha infatti un quantitativo più elevato di Omega 3 e un valore inferiore di grassi saturi). 

Interessantissimo il fatto che al contrario di quanto purtroppo capita spesso, ai loro capi non vengono somministrati antibiotici.

Una delle cose che mi ha maggiormente colpito durante l’intervento di Mr Purcell è il racconto di un padre che vede la piccola figlia che, passeggiando in un campo di grano, mette una spiga in bocca. Il grano era appena stato trattato con pesticidi. Ecco perché la scelta del Bio, ecco perché seguire tutte le tappe della filiera con attenti controlli e con lo sguardo sempre fisso verso il futuro che vogliamo per i nostri figli.

 

Irish Food Board Quality

Irish Food Board Quality

Questo è il marchio di qualità Board Bia, il BLQAS, un programma di tutela della qualità delle carni sviluppato in concerto con gli allevatori e le aziende di trasformazioni. Stabilisce i requisiti di garanzia e qualità da rispettare sia nell’allevamento che nella lavorazione delle carni. E’ un disciplinare rigoroso e viene costantemente aggiornato. Chi aderisce deve superare una valutazione relativa a tutti gli aspetti della propria azienda.

Un controllo rigoroso a 360 gradi, quindi, che tiene conto di tutte le fasi dall’inizio alla fine.

 

Un po’ di numeri

4.5 milioni di ettari di terreni agricoli,

80% dei quali dedicato al pascolo

120.000 aziende familiari tradizionali, di cui

80.000 allevamenti di manzo

32 ettari: dimensioni medie di un allevamento

10 mesi di pascolo

100% alimentazione vegetale

0 residui di pesticidi

0 ormoni e antibiotici

 

 

Terminerei questo articolo, insolitamente lungo, con le stesse parole di Origin Green, parole che faccio mie perché è lo stesso mio modo di vedere le cose e perché questo è il mondo che vorrei per le mie figlie….

“Non abbiamo ereditato questo mondo dai nostri genitori.

Lo abbiamo preso in prestito dai nostri figli.

E un giorno glielo restituiremo.

Quando accadrà, dovrà essere ricco e rigoglioso come lo abbiamo trovato.

Ecco cos’è la sostenibilità.

La sostenibilità è ciò di cui il mondo ha bisogno adesso.”

You Might Also Like...

6 Comments

  • Reply
    Pattipatti
    17 febbraio 2017 at 10:22

    Che bell’evento a cui hai partecipato… in verità io adoro la carne irlandese, la conosco perchè c’è un locale qui dove vado quando le ragazze ce lo consentono, che la servono e i tagli sono sempre teneri e succosi! Un bascione cara e buon fine settimana

    • Reply
      Ileana Conti
      22 febbraio 2017 at 10:07

      Donna fortunata 🙂 io non la conoscevo proprio. Grazie per essere passata Patti <3

  • Reply
    edvige
    17 febbraio 2017 at 16:28

    Grazie ma sapevo già quasi tuttom una mia concittadina ne ha parlato ampiamente e anche a Trieste si dovrebbe trovare, Grazue per i favolosi video e le altre info, e buona fine settimana.

    • Reply
      Ileana Conti
      22 febbraio 2017 at 10:07

      Insomma ero l’unica che ancora non la conosceva 😀
      Buona giornata Edvige e grazie per essere passata <3

  • Reply
    Bea
    21 febbraio 2017 at 16:57

    Hai descritto la serata con grande professionalità ed anche un pizzico di divertimento. Bello veramente complimenti da Bea
    Ps Se hai voglia di curiosare dalle mie parti ti lascio il link
    https://viaggiandoconbea.com/2017/02/01/irishorganicbeef-il-buono-della-carne-biologica/

    • Reply
      Ileana Conti
      22 febbraio 2017 at 10:08

      Ma graziee <3
      passerò volentieri a leggere il tuo racconto.
      Buona giornata

Leave a Reply

CONSIGLIA Crema di cavolo viola, TABASCO® Chipotle e panna acida.