Torta di mele, nocciole e avena per Re-Cake 2.0

E poi a dicembre tutto è finito lasciando me e Carla mia socia in squadra Investighescionforricheik inebetite a fissare lo schermo.
E ora cosa faremo ci siamo dette…
Abbiamo così progettato di fare un dolce straniero al mese facendo finta che fosse per Re-Cake ma … e sapete quanto adoro quando c’è un ma… è arrivata la chiamata!
Siamo state convocate nel  Bunker ( ndr. luogo in cui lo staff Re-Cake si nascondeva per scegliere il dolce, decidere i vincitori e soprattutto scappare dalle nostre richieste di indizi) e ci è stato chiesto se ci avrebbe fatto piacere entrare nello staff.
Abbiamo chiesto di rifletterci un po’ e dopo mezzo secondo abbiamo accettato.
Ed eccoci qua.
Questa la mia versione se avessi partecipato come concorrente. Nella realtà quando abbiamo scelto il dolce mi mancava la farina di riso e avevo quella di grano saraceno e come al solito non ho resistito a provarla.
Una versione fantastica che rende il dolce veramente perfetto.
Ho usato quindi la farina di grano saraceno il cardamomo al posto dello zenzero e ho diviso l’impasto in due stampi piccoli ottenendo così due torte basse e croccantine.
La locandina
Ingredienti
  • 105 g di farina di grano saraceno
  • 50 g di farina di nocciole
  • 60 g di farina d’avena ( non ho trovato farina d’avena e ho usato i fiocchi macinati e ridotti in farina)
  • 2 cucchiai di crusca di avena per l’impasto più un po’ per la copertura
  • 1 cucchiaio di cremor tartaro
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/2 cucchiaino di cannella 
  • 1/4 cucchiaino di cardamomo
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 3 uova piccole
  • 150 g di di zucchero di canna integrale
  • 125 ml di latticello
  • 125 ml di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia o i semi di una bacca
  • 2 mele Pink Lady o Fuji piccole tagliate a fettine sottili
  • 50 g di nocciole tritate
Preriscaldare il forno a 180°, imburrare gli stampi e rivestire le pareti più lunghe con la carta forno in modo da rendere più semplice a cottura ultimata sfornare la torta.

In una grande ciotola, mescolare assieme le farine,la crusca, il cremor tartaro, il bicarbonato, la cannella, il cardamomo ed il sale, 
In un’altra ciotola, mescolare insieme le uova, lo zucchero di canna, il latticello, l’olio d’oliva e la vaniglia.

Versare gli ingredienti liquidi sopra quelli secchi e mescolare con una frusta fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Versare poi l’impasto negli stampi e disporre le fettine di mela sulla parte superiore.
Io le ho sistemate verticalmente.
Cospargere con un po’ di crusca di avena (io anche i fiocchi avanzati) e nocciole tritate.

Io ho cotto per 45 minuti circa in forno statico.

Lasciare raffreddare la torta nello stampo per 15 minuti, poi estrarla e lasciar raffreddare completamente.

Con questo dolce che è uno dei miei preferiti anche per il suo significato partecipo al Giveaway di Dolcizie, Sara sono felice di essere donna Re-Cake.

You Might Also Like...

12 Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Risotto al salto