Amaretti sardi

Amaretti Sardi

Dolce sardo perfetto per consumare gli albumi in eccesso

 

Amaretti sardi

 

Nostalgia di casa..
iniziamo a fare qualche dolcetto tipico sardo aspettando Natale e soprattutto aspettando di tornare a casa!!

Questi sono gli amaretti sardi come si preparano a Serramanna il mio paese d’origine e la ricetta è quella di una vicina di casa che l’ha  generosamente data a mia mamma anni fa…

Sono buonissimi, croccantini fuori e morbidi all’interno..
Amaretti sardi Amaretti sardi Amaretti sardi   Amaretti sardi Amaretti sardi  Ingredienti
700 g Mandorle
125 g Mandorle amare
800 g zucchero
9 albumi montati a neve (le uova di una volta erano piccole per cui tenendo conto che è una ricetta tradizionale usate uova piccolini)
La scorza grattugiata di un limone

Preparazione

Ho  tritato le mandorle e le ho lasciate asciugare qualche ora, più tempo staranno all’aria più il risultato sarà ottimale.

 

 

 

Ho mescolato le mandorle, avendo cura di lasciarne da parte una manciata, con lo zucchero e la scorza del limone.
Ho unito gli albumi montati a neve e amalgamato delicatamente al composto con una spatola.

 Ho lasciato riposare tutta la notte l’impasto.

Alla mattina l’impasto era morbido per cui ho aggiunto la manciata di mandorle macinate messe da parte e amalgamato bene (qualora l’impasto fosse stato troppo duro avrei aggiunto albume montato a neve).
Ho acceso il forno a 200° statico (attenzione, i forni sono tutti diversi per cui bisogna adattare tempi e temperature al proprio forno).
Ho preparato dell’acqua e zucchero con cui bagnare le mani e ho iniziato a fare delle palline della grandezza di una noce.

Disposte sulla teglia del forno e infornate.
Dopo una decina di minuti ho abbassato il forno a 180° e continuato a cuocere sino a quando hanno assunto un colore nocciola dorato.
Ho spento il forno e lasciato gli amaretti all’interno sino a completo raffreddamento.

 

Amaretti sardi

Amaretti sardiAmaretti sardi

Amaretti sardi

You Might Also Like...

15 Comments

  • Reply
    Daniela
    10 novembre 2013 at 20:40

    Si vede benissimo che sono morbidi dentro, molto invitanti 🙂

  • Reply
    Simona (Bianca vaniglia Rossa cannella)
    10 novembre 2013 at 20:53

    Ciao Ileana, ricetta aggiunta! Gli amaretti li utilizzo spesso sbriciolati in alcuni impasti, non ho ancora provato a farli ti ringrazio per la ricetta, questi sembrano deliziosi, li proverò! Una buona serata
    Simona

    • Reply
      Simona (Bianca vaniglia Rossa cannella)
      11 novembre 2013 at 13:40

      Infatti non li conoscevo e mi incuriosiscono moltissimo. Li voglio provare mi hai fatto incuriosire!!! 😉
      Un bacio

    • Reply
      cucinapergioco
      11 novembre 2013 at 13:42

      Uh, capito a quali amaretti ti riferisci, questi sono una cosa diversa, morbidi dentro fai veramente fatica a sbricciolarli!
      Fanno parte dei famosi dolcetti sardi che si offrono a fine pasto in occasione delle feste!
      Buon inizio settimana e grazie per aver inserito la ricetta!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    11 novembre 2013 at 8:07

    Bel lavoro! Ingredienti semplici e risultato goloso. Brava!

  • Reply
    Annalisa B
    11 novembre 2013 at 14:21

    Amo gli amaretti sardi e ho un debole anche per i "savoiardi morbidi" sardi!!!!!
    Bacioni

    • Reply
      cucinapergioco
      11 novembre 2013 at 14:32

      E' facilissimo farli, non è altro che il mio biscotto rotolato… invece che stenderlo si fanno i savoiardi col sac a poche..

  • Reply
    Annalisa Sandri
    11 novembre 2013 at 14:54

    bravissima! questi mi piacciono da morire!

  • Reply
    Massimo Guasco e ivana aru
    30 agosto 2017 at 18:19

    Ciao . Li mangio sempre quando vado in Sardegna. Li adoro , come mi piacciono da matti le pardule e le seadas. Volevo sapere ma le mandorle sia dolci che amare vanno pelate? Grazie tanto.

    • Reply
      Ileana Conti
      30 agosto 2017 at 18:46

      Son tanto felice che ti piacciano i dolci sardi. Scrivimi pure se non son chiara in qualcosa o hai dubbi.
      Per le mandorle, io le pelo, ho spuegato brevemente nell’altro commento. Più tardi inserisco la spiegazione nella ricetta.
      Grazie per la visita ❤

  • Reply
    Massimo Guasco
    30 agosto 2017 at 18:27

    Ciao mi chiamo ivana e mia mamma e mio papà sono entrambi della provincia di Cagliari. Morta la nonna molte ricette sono andate perse. Quindi leggendo questo sito volevo provare a rifarle io. Volevo sapere ma le mandorle vanno pelate o devo frullarle con la pellicina. Grazie mille .

    • Reply
      Ileana Conti
      30 agosto 2017 at 18:45

      Ciao Ivana☺ grazie per la visita. Io le macino senza pellicina. Per toglierla immergo le mandorle in acqua bollente per un minuto. Poi scolo e le metto in un canovaccio con cui le sfrego, finisco poi con le dita quando riesco a toccarle senza ustionarmi. Viene via molto facilmente😊

Leave a Reply

CONSIGLIA Insalata di tuberi e yogurt greco